Guardia di Finanza: Profilassi vaccinale in caso di pregressa infezione da Covid-19

Con la Circolare n. 63790, in data 08 marzo 2021 del Comando Generale/Direzione di Sanità-Servizio Sanitario ha fornito le indicazioni  in ordine alla
tematica della profilassi vaccinale nei confronti dei soggetti con pregressa infezione da
SARS-CoV-2,.

In particolare  è prevista la possibilità di considerare la somministrazione di una singola dose, indipendentemente dal fatto che l’infezione sia decorsa in forma sintomatica o asintomatica.

La vaccinazione deve avvenire ad almeno tre mesi di distanza dalla documentata infezione e preferibilmente entro i sei mesi dalla stessa.

La vaccinazione anti-COVID
non è indicata nei soggetti con pregressa infezione che sia trascorsa da meno di tre
mesi.

Preleva QUI la Circolare.

Torna su