Articolo 54 del D.P.R. 1092/1973 - COMUNICATO CONGIUNTO DEI SINDACATI MILITARI

Articolo 54 del D.P.R. 1092/1973 – COMUNICATO CONGIUNTO DEI SINDACATI MILITARI

Il S.A.F. – Sindacato Autonomo dei Finanzieri attenziona, insieme alle altre  principali sigle sindacali militari, il problema irrisolto dell’applicazione dell’articolo 54 del D.P.R. n. 1092/1973.

L’occasione è l’imminente pronuncia, di domani, delle Sezioni Riunite della Corte dei Conti, circa la corretta e uniforme interpretazione dell’articolo 54, comma 1, del D.P.R. 1092/1973.

Questa Organizzazione Sindacale ha già proposto il ricorso collettivo gratuito per il mancato avvio della previdenza complementare e per il risarcimento del danno futuro.

articolo 54

I SINDACATI MILITARI ACCENDONO I RIFLETTORI SULLA CORRETTA APPLICAZIONE DELL’ARTICOLO 54 DEL D.P.R. 1092/1973 AL PERSONALE MILITARE POSTO IN CONGEDO

 

Il prossimo 25 novembre alle ore 10.00 – in videoconferenza – le Sezioni Riunite della Corte dei Conti, in sede giurisdizionale, si pronunceranno sulla corretta ed uniforme interpretazione dell’art. 54 –  c. 1 – del D.P.R. 1092/1973; questione di assoluta importanza per il personale militare collocato e da collocare in congedo.

Senza voler scendere nei particolari giuridici della questione, preme rimarcare che ad oggi, l’orientamento dei diversi collegi della magistratura contabile è stato pienamente indirizzato a favore delle richieste dei militari ricorrenti. Le sigle sindacali sottoscrittrici, nel rispetto dell’autonomia del “potere giudiziario”, auspicano che la decisione dell’Organo Consultivo non confligga e sconfessi le precedenti numerose decisioni dei giudici contabili, in virtù di criteri di bilancio che nulla hanno a vedere con la corretta applicazione del diritto.

Roma 24 novembre 20

SIM AERONAUTICA -SINAG – SIM GUARDIA COSTIERA – SAF – UNARMA – SIULM – SIM GUARDIA DI FINANZA -SINAFI – NSC

Torna su